Come seguire uno stile di vita ecosostenibile

Mettere in pratica i dettami di uno stile di vita ecosostenibile non è impegnativo né comporta sacrifici troppo grandi: si tratta solo di seguire piccoli accorgimenti e modificare abitudini quotidiane di cui magari non ci rendiamo neppure conto per ridurre l’impatto sull’ambiente che ci circonda. In casa spesso ci rendiamo protagonisti di sprechi a cui non badiamo: lasciamo l’acqua del rubinetto aperta quando ci laviamo i denti o mentre strofiniamo i piatti; non ci preoccupiamo degli elettrodomestici in stand-by; e così via. Anche il bagno nella vasca dovrebbe essere limitato: è vero che è rilassante e piacevole, ma richiede molta più acqua rispetto a quella necessaria per una doccia.

Il riciclo dei rifiuti e la raccolta differenziata sono altre soluzioni da prendere in considerazione. I piccoli gesti sono significativi come quelli grandi: se in strada ci ritroviamo tra le mani un volantino, non buttiamolo in un cestino dell’indifferenziata, ma aspettiamo di tornare a casa per gettarlo tra i rifiuti di carta. In appartamento, è sempre meglio optare per lampade a risparmio energetico: quelle che si basano sulla tecnologia a led contribuiscono a limitare le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Ovviamente, sarebbe meglio approfittare della luce naturale il più possibile.

Per quel che concerne la temperatura di casa – ma anche dell’ufficio – in inverno non ha senso andare oltre i 21 gradi con il riscaldamento: meglio indossare un maglione in più che far andare i caloriferi al massimo pur di rimanere in maniche corte anche a dicembre. Stesso discorso, ma ovviamente invertito, per l’aria condizionata in estate: rimanere tra i 22 e i 25 gradi è la soluzione più indicata. Vale la pena di ricordare che i consumi salgono del 7% per ogni grado in più: ridurli non vuol dire solo rispettare l’ambiente, ma anche avere a che fare con bollette meno salate. Per una quotidianità più green, ancora, sarebbe bene lasciare a casa l’auto quando se ne ha l’opportunità, preferendo spostarsi con i mezzi pubblici, a piedi o in bici. E se alla macchina non si può rinunciare, perché non chiedere agli amici un passaggio per ottimizzare gli spostamenti?

Infine, l’ultimo suggerimento che vale la pena di prendere in considerazione per uno stile di vita green consiste nel prediligere – ogni volta che se ne ha la possibilità – l’acquisto di capi di abbigliamento basati su tessuti ecosostenibili, come quelli proposti da Carvico, azienda leader nella produzione ecosostenibile di tessuti tecnici indemagliabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *