Scopri il mondo plug-in hybrid Volkswagen

Plug-in hybrid è il nome di una tecnologia a quattro ruote di cui si parla molto ma che non tutti conoscono davvero. Cosa si intende per ibrido plug-in? È qualcosa di diverso da un ibrido normale o di altro tipo, come Full Hybrid o Mild Hybrid? E cosa vuol dire di preciso plug-in?

In questo approfondimento potrai fugare i dubbi e scoprire qual è l’offerta disponibile al giorno d’oggi in questa categoria di veicoli. Naturalmente con Volkswagen, il marchio che più di ogni altro ha saputo puntare sulla mobilità sostenibile per accompagnare i guidatori al top: dell’esperienza di guida, del risparmio e dell’eco-consapevolezza.

Il funzionamento del plug-in hybrid

Le auto plug-in hybrid vantano non una bensì due diverse modalità di propulsione. Sono infatti dotate sia di un motore tradizionale sia di uno elettrico, il quale per alcune tratte – in media fino a 50 km – è in grado di funzionare anche da solo.

A completare la parte elettrica è presente quindi anche una batteria agli ioni di litio, dalle alte prestazioni e di lunga durata, generalmente collocata nel pianale del veicolo. In questo modo le emissioni inquinanti diminuiscono e il portafogli ringrazia, perché anche rifornirsi costa meno.

Come funziona dunque il rifornimento? Al di là del pieno di carburante da effettuare alla solita maniera, l’auto ibrida plug-in è dotata anche di un cavo di ricarica, detto appunto plug-in, con il quale può collegarsi ai punti di ricarica previsti per le auto elettriche.

Questi sono: prese domestiche, postazioni di ricarica condominiali, o ancora le colonnine pubbliche che ormai si stanno diffondendo a macchia d’olio (e sull’abbondanza delle quali sono previsti passi da gigante su tutto il territorio europeo). In ogni momento è quindi possibile lasciare l’auto – da alcune ore ma anche solo per una manciata di minuti, all’occorrenza, e ricaricarla in tal modo.

Ma non è tutto: la plug-in hybrid è anche in grado di recuperare energia in frenata e di stiparla nella batteria, per risparmiare ancora di più sui costi di rifornimento. Si capisce allora perché il nome ibrida plug-in: una denominazione che tiene conto di un’unicità e di una ricchezza di funzionamento davvero notevoli.

I modelli plug-in hybrid Volkswagen

I modelli Volkswagen con tecnologia plug-in hybrid si riconoscono per le sigle eHybrid e GTE. Si parte con Golf 8 eHybrid, Nuova Tiguan eHybrid e Nuova Touareg eHybrid, un terzetto d’eccezione pensato per adattarsi a diversi stili di vita e di guida. E l’ibrido sportivo?

Ci sono il SUV Tuareg R eHybrid, Golf 8 GTE e Passat Variant GTE, la station wagon per tutta la famiglia. Quanto all’adattabilità dell’ibrido plug-in, guidare in modalità sportiva garantisce le massime performance: i due motori lavorano sinergicamente per ottimizzare il rendimento.

Invece nelle zone urbane è ideale passare alla modalità esclusivamente elettrica, grazie alla quale entrare liberamente nelle zone a traffico limitato. Talvolta risparmiando anche sui parcheggi pubblici a pagamento. Non dimenticare di consultare le promozioni a tempo prima di acquistare: il modello che hai scelto potrebbe godere di un’offerta speciale proprio mentre stai leggendo.

Per qualunque informazione, se non riesci a recarti presso la tua Concessionaria Volkswagen di fiducia, oggi trovi tutto anche comodamente online: cataloghi, listini prezzi, configuratore auto per visualizzare fin nei minimi dettagli come vorresti il tuo veicolo ibrido plug-in. E naturalmente tutti i contatti per ricevere assistenza su eventuali questioni specifiche.